Allevamento ittico biologico in mare aperto

L'impianto produttivo

14 gabbie galleggianti, con reti a sacco, larghe 20 metri ciascuna e profonde altrettanto sono installate nelle acque ioniche che bagnano la penisola salentina, a circa 2 km dal largo, in localita' Torre Suda (a 10 km da Gallipoli)

Il processo produttivo

Una semina di novellame certificato, sano e robusto, trova il suo habitat favorevole in mare aperto. In un ambiente incontaminato, lontano da zone portuali e rotte di navigazione, il pesce cresce fino a raggiungere un peso forma pari a 300 grammi.

Qualità e tracciabilità

In una zona esposta a forti correnti, priva di accumuli di metaboliti sul fondale, spigole, orate ed ombrine nuotano in profondità divenendo dei veri atleti. Nell'arco di 14-20 mesi il pesce cresce sano, forte e magro; l'etichetta InMare apposta ne garantisce la qualità e la tracciabilità.

L'azienda

Il pescato, giunto nello stabilimento situato nella zona industriale di Gallipoli, viene raccolto in contenitori e dopo circa due ore è pronto per partire alla volta di ristoranti, supermercati, pescherie, quindi sulle tavole degli italiani.

Su Rai 1, Linea Verde parla di noi!

Puntata del 3/11/2013

"Accarezzavamo il sogno di allevare pesce nelle acque del mare salentino sin da quando eravamo al liceo", spiega Aldo, amministratore delegato della Reho Srl, un'azienda nata nel 2005. E' la formula di un successo imprenditoriale nato dall'intuizione e dalla caparbietà dei cinque fratelli Reho, menti e braccia della Reho Srl. Adottando il sistema di gabbie galleggianti in mare aperto, si è creato l'impianto di produzione, ancorato ad un fondale di circa 40 metri di profondità. Il ciclo produttivo della Reho Srl inizia ogni anno con l'acquisto di novellame da aziende certificate e si conclude dopo circa 14 mesi. E' nato così il marchio InMare, un'accurata produzione salentina di orate, spigole e ombrine.

Guarda su YouTube

I Nostri prodotti